Cuoricini di Pan di Zenzero – Gingerbread

Pan di zenzeroQuesto Natale non accettavo l’idea di essere l’unica foodblogger a non averli mai fatti. E’vero altre sì che, il gingerbread o Pan di Zenzero non fa parte della nostra tradizione, tanto meno della tradizione della mia famiglia, tuttavia, tutte le foto bellissime viste in rete mi hanno convinta a provarci. Non è possibile non innamorarsi del Pan di Zenzero davanti a queste immagini di Chiarapassion! E che dire di queste di Aurelia?

Ma prima di cimentarmi c’è voluto studio e attenzione maniacale nella scelta degli ingredienti, soprattutto delle spezie, che sono il fattore distintivo del gingerbread: zenzero, cannella, chiodi di garofano macinati e noce moscata.

Lo stampo: impossibile reperirne uno a forma di omino proprio nei giorni a ridosso di Natale! Per il prossimo mi organizzerò in tempo e, caso mai, lo ordinerò da Internet a Ferragosto!

INGREDIENTI:

400 g. di farina 00
2 cucchiaini di zenzero

 

1 cucchiaino di cannella

una punta di noce moscata

una punta di chiodi di garofano macinati
1 cucchiaino raso di bicarbonato
un pizzico di sale
100 g. di zucchero
120 g. di burro
160 g. di miele
1 uovo
PROCEDIMENTO:
In una ciotola mescolare tutti gli ingredienti secchi: farina, bicarbonato, spezie e il pizzico di sale.
In un’altra ciotola, più capiente, sbattere bene burro e zucchero, aggiungere l’uovo e il miele e lavorare fino ad ottenere una crema.
Incorporare gradatamente gli ingredienti secchi continuando a mescolare. Lavorare bene fino ad esaurimento, formare una palla e sistemarla in frigorifero per almeno 5/6 ore. Ho letto che si può preparare anche il giorno prima e tenere l’impasto in frigo tutta la notte.
Trascorso il tempo di riposo, riprendere l’impasto e accendere il forno. Stendere col mattarello e tagliare i biscotti. Disporli sulla placca distanziandoli di almeno 1 cm. Cuocere per 10 minuti a 180°.
La mia prima teglia è finita dritta alla spazzatura perché, nella concitazione e impazienza di assaggiare il mio primo gingerbread, ho dimenticato di abbassare la temperatura prima di infornare! Ma dalla seconda in poi nessun errore e il risultato è stato strepitoso sia dal punto di vista olfattivo sia gustativo! Per tradizione, il Pan di Zenzero andrebbe decorato con la glassa reale, ma io non ho avuto tempo e, a dirla tutta, la decorazione non è proprio la mia arte visto che io e la pazienza viaggiamo su due binari paralleli…
Devo comunque ammettere che questi biscottini british sono molto buoni ma io rimango sempre del partito delle ciambelle e amaretti sardi!
Sarà campanilismo? Non lo so…diciamo che le mie papille gustative hanno ricevuto quell’imprinting e che al cuor non si comanda!
Baci e buona giornata!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...