Di risotti e di un’estate di profondi mutamenti.

Non avrei mai voluto scrivere quest’articolo, o forse avrei dovuto farlo prima. Prima che le cose precipitassero, prima che arrivasse l’estate, o forse ancora prima negli anni. Ma la vita è così, le decisioni arrivano quando i tempi sono maturi, è il corso naturale che lo impone, senza forzature. Sarebbe come pretendere di mangiare un frutto acerbo e sentirlo dolce. In fin dei conti siamo esseri dotati di libero arbitrio all’interno di un percorso già tracciato. Le alternative tra cui poter scegliere sono poche, a volte nemmeno esistono alternative, possiamo solo reagire alle circostanze imposte e poi valutare la bontà delle decisioni che abbiamo preso. Sarebbe troppo facile poter decidere col senno di poi, non sbaglieremmo mai e nemmeno avremmo la possibilità di imparare dagli errori.

Così la mia estate è stata segnata da un cambiamento profondo e irreversibile, la fine di un amore durato nove anni e di una lunga convivenza. Un evento che non è arrivato inaspettato ma che ha comunque provocato un terremoto emotivo perchè, dopo tanti anni, le abitudini sono come le radici di un grosso albero, ti tengono ancorata ad un terreno conosciuto e, tutto sommato, rassicurante.

Ma come accade in natura, solo gli esseri più forti sono in grado di superare l’evoluzione, adattarsi e rafforzarsi dando vita ad una specie nuova e invincibile…la mia relazione non ha superato questa prova e, col tempo, si è estinta. Mi ci è voluto un pò per riorganizzare le idee e ritrovare un equilibrio, ancora instabile a dire il vero. Per questo motivo ho smesso di scrivere così come avevo anche smesso di cucinare, di riflettere, di leggere, di pensare, di studiare: ho corso a perdifiato per spegnere la testa. Ora sono davanti a me, mi guardo, ho un volto nuovo, una mente nuova, nuovi pensieri, aspirazioni, desideri, sogni. Sono nuova e diversa da quella che ero ieri, sono un essere in evoluzione, adesso mi voglio bene di nuovo e ancora di più. Ho ricominciato a riflettere, a progettare, anche a cucinare.

Voglio essere il risultato di una nuova coscienza acquisita anche in campo alimentare perciò non mi fermerò solo perchè dovrò assemblare più spesso monoporzioni piuttosto che banchetti…anzi! Lo farò con amore come se ogni giorno io fossi l’ospite più gradita di me stessa. E vincerò la sfida che la vita mi ha lanciato.

Vi propongo due ricette veloci, salutari, freschissime.

Tanto per volerci bene un pò di più!
Riso Thai al pesto di rucola, curcuma e pomodorini in salsa di limone piccanteRiso Thai integrale RisOristano semplicemente bollito e condito, a freddo, con curcuma e un pesto leggero di rucola, olio evo e un goccio d’acqua salata accompagnato da pomodori di campo insaporiti con olio evo, sale e mezzo cucchiaino di salsa al limone piccante della Famiglia Orro.
Riso Carnaroli al pesto di basilico e friggitelliRiso Carnarolis RisOristano bollito e condito con pesto di basilico fresco (basilico, olio evo, sale, pecorino) accompagnato da friggitelli rosolati con olio evo e un pizzico di sale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...